Premesso che…..

Premesso che…..

Facciamo cassa e poi si vede.

Premesso che alla fin fine chi sono io per poter criticare l’operato degli amministratori, mi è più facile, ben superficialmente, affrontare i meandri complessi di un bilancio, per esempio comunale, senza dover dimostrare di avere patenti di esperto, diplomi di specializzato in materia e encomi pubblici a riguardo in bacheca.

Allora, per gioco, si intende, se io ente comunale pinco pallo sistemo un autovelox ed elevo migliaia di multe per eccesso di velocità, presumo di aver titolo di portare la relativa voce di attivo in bilancio. E fin qui, con la modestia che spero traspaia da ogni virgola, credo ci siamo.

Mettiamo però che un numero indiscriminato di cittadini cui sia stata contestata la violazione a seguito di beffarda segnalazione di quell’autovelox, si metta in testa, roba dell’altro mondo, di contestare la multa davanti al giudice di pace. Mettiamo pure, per assurdo, che il giudice di pace dica al cittadino che ha ragione e mettiamo ancora che il giudice di pace, stanco di dover accogliere ricorsi senza che il comune muova un passo per evitare di elevare multe illegittime, cominci a condannare il comune al pagamento delle spese di lite per ogni ricorso, bene messo tutto questo assieme, vien fuori che per ogni multa in bilancio portata come incassata, buona parte siano state impugnate e annullate, parte siano inequivocabilmente ineseguibili per svariati motivi, tipo attaccatevi al tram non ho niente su cui potete pretendere un pagamento forzato, e per corollario per nulla irrilevante il comune debba dichiarare debiti fuori bilancio per tutte le spese legali da pagare.

Ora facciamo finta, tanto è un gioco, che il comune porti a bilancio le presunte entrate e non porti a bilancio le spese legali, se non dopo aver dichiarato, appunto, il debito fuori bilancio, ecco che ne viene fuori un bilancio affatto farlocco, bugiardo, almeno in parte quo, in poche parole fasullo.

Ma stiamo giocando, quel comune esiste solo nella mia immaginazione, le cause, che pure ho sostenute, immaginarie, il panorama sereno e i conti sono sempre e comunque a posto.

Solo una cosa, sempre nel racconto immaginario, capperi!, quell’autovelox non sarebbe il caso di estirparlo e mandarlo al macero?

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *