Sessantamila Fantozzi

Sessantamila Fantozzi

Circa 60.000 Fantozzi. La domanda è se basti voler fare qualcosa o se sia necessario anche saperlo fare.Per esempio l’amministratore. O per esempio il Presidente di una squadra di calcio.Va da sé che l’amministratore può circondarsi di bravi tecnici e funzionari, ma deve metterci di suo, e tanto anche. Quindi deve avere idee, e fra

Circa 60.000 Fantozzi.

La domanda è se basti voler fare qualcosa o se sia necessario anche saperlo fare.
Per esempio l’amministratore. O per esempio il Presidente di una squadra di calcio.
Va da sé che l’amministratore può circondarsi di bravi tecnici e funzionari, ma deve metterci di suo, e tanto anche. Quindi deve avere idee, e fra queste anche l’idea di come attuarle.
Il Presidente di una squadra di calcio può, invece, beatamente non capirne un cazzo; è necessario però che scelga un direttore sportivo, un amministratore delegato, un factotum, un portavoce, che sappiano far bene il loro mestiere e d’incanto l’averci messo i soldi gli porterà fama e gloria, e magari pure l’elezione a qualche carica importante per se stesso o per un suo socio, parente o amico.
Premesso quanto sopra val la pena di esaminare i casi Potenza, città e squadra di calcio.
La città è in uno stato di incuria rilevante, sebbene minipistatriciclabile munita, mi sembra di capire che pure finanziariamente non sia messa bene, e politicamente la maggioranza è assolutamente incapace finanche di eleggere il presidente del consiglio, figuriamoci di amministrare.
La squadra, invece, pure. Cioè le riesce magnificamente di perdere, nonostante acquisti di un certo rilievo e un via vai di allenatori che i comunisti che mangiavano i bambini erano angioletti a confronto di quel mangia allenatori che è Macchia, o chi per lui. Ecco chi per lui.
Esiste un chi per lui? C’è qualcuno che prende le decisioni autonomamente dalla presidenza? Se sì è un bidone conclamato e mi meraviglia non venga cacciato a calci nel didietro. Se no, ahinoi, forse non è cosa del presidente. Cioè il presidente proprietario basta averci i danari, e sembra li abbia a vagonate, quindi tutto a posto, anzi che culo per i tifosi; ma, diamine, uno che ne capisce in questi anni proprio non gli riesce di trovarlo? Preoccupante.
Ma ora veniamo a noi. Ebbene per tutti i capperi e mille cannoni tonanti!, come dicevano i Rokes, che colpa abbiamo noi?, dico a ritrovarci amministratori e presidenti sì trasparenti (nel senso che ci si guarda attraverso per via dello scarso spessore nelle specifiche attività indicate) sebbene l’uno c’ha i capitali e gli altri una maggioranza pacifica?
Sarà la classica nuvola di Fantozzi che gravita sulla città. Prima arrivava fino a Sicignano (a Contursi già splendeva il sole), oggi, alla luce del miracolo Picerno sembra aver limitato il suo raggio d’azione.
Quindi si potrà dire senza temere di non essere capiti: quanti Fantozzi ha Potenza? Circa sessantamila, per gradire.

2 commenti

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

2 Commenti

  • Michele
    24 Febbraio 2024, 13:12

    "La produttività del lavoro nelle Pubbliche Amministrazioni è bassissima proprio perché gli scopi delle istituzioni politiche sono profondamente diversi da quelli che inseguono le aziende private; mirano, cioè, a coltivare platee assistenziali e clientelari, per avere consenso facile con i soldi pubblici per sostenere le oligarchie che le governano, non certo per assicurare servizi pubblici efficienti ed efficaci"

    REPLY
    • Luciano Petrullo@Michele
      24 Febbraio 2024, 13:56

      E a tutti va bene così, perchè meglio cliens che cives.

      REPLY