Il vuoto rito del voto

Il vuoto rito del voto

Che terra la Basilicata: se la destra gioisce la sinistra non piange.

Mi pregio riportare il pensiero di un anonimo cittadino:

E Meloni arrivo’ e 900 e passa milioni porto’.

“Gran festa si consumo’ ed anche da Tiri la si recò.

Che terra la Basilicata: se la destra gioisce la sinistra non piange. Sono talmente simili che i candidati sono perfettamente intercambiabili. E lo hanno capito bene, tanto bene che spiegano come il voto non è passione, credenza, fedeltà, identità, coerenza, abnegazione persino. Niente di tutto questo. Il voto e’ per gli indomabili delle vecchie macchine a scontro, che divertimento, un gioco, però, senza divertimento. Il voto non e’ l’espressione della politica, questa connotazione l’ha dismessa da tempo. Il voto e’ vita per i più positivi, il segno dei tempi per i più rassegnati, trovare un punt e mes e berlo tutto d’un fiato per i più realisti”.

D.T.

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *