Concorso di idee per rimedi a disfunzioni elettorali.

Concorso di idee per rimedi a disfunzioni elettorali.

A me piace il jazz e, in certi passaggi musicali, è come se mi facesse male lo stomaco.

A spiccare fra i dati del primo turno delle amministrative potentine è la differenza delle preferenze ottenute da Fratelli d’Italia fra le europee e le comunali, dal 25% circa al 12,5% circa. Un dimezzamento inspiegabile delle preferenze. Cioè un elettore su due di Fratelli d’Italia, dopo aver messo una croce su Meloni, o non ha proprio votato per il Comune o ha votato una lista di centro sinistra.

Ora la domanda da porsi è una sola: perchè?

Ipotesi:

  1. era finito l’inchiostro.
  2. Dispetto.
  3. Fra una scheda e l’altra è avvenuta una miracolosa conversione.
  4. Puro errore.
  5. Bipolarismo politico.
  6. Scherzo di primo aprile ritardato.
  7. Attacco di emorroidi.
  8. Volevo un altro candidato sindaco,
  9. A te che ti frega?

Il candidato, dopo un breve excursus sugli effetti negativi della Sambuca senza mosca a digiuno su un normotipo caucasico di età media e preferenze politiche non ancorate, individui l’ipotesi giusta e analizzi il fenomeno indicando possibili rimedi, allopatici e omeopatici.

Posts Carousel

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos